Servizio di mediazione linguistico-culturale presso soggetti pubblici o privati

Dal 2006 l’Area Intercultura  della Cooperativa Gli Altri fornisce, per Comuni, Provincia, Asl Istituti Comprensivi, aziende o singoli utenti, migranti o di origine italiana, servizi di mediazione linguistico-culturale.

Il servizio prevede, previo accordo con il coordinatore dell’Area e sulla base dell’accettazione dei preventivi inviati, un’attività di interpretariato telefonico, di traduzione di testi scritti, di chiamata programmata (su appuntamento) da parte di mediatrici e mediatori delle principali lingue di riferimento dei migranti (albanese, arabo, cinese, romeno e russo) e per un’ampia rosa di lingue, rintracciabili attraverso il database del servizio di mediazione linguistico-culturale, svolto presso i Presidi Ospedalieri della provincia di Pistoia e della Area Empolese

A CHI È RIVOLTO IL SERVIZIO

Il Servizio di mediazione linguistico-culturale si rivolge alle seguenti tipologie di utente:

  • cittadini non italiani nuovi residenti;
  • cittadini non italiani domiciliati;
  • cittadini non italiani da tempo residenti ma comunque interessati ad accedere a informazioni e accompagnamento ai servizi specializzati;
  • cittadini italiani che hanno in atto interazioni a vario titolo con la cittadinanza non italiana del territorio;
  • cittadini con cittadinanza italiana di recente acquisizione;
  • enti pubblici, uffici comunali, asl, istituti comprensivi, camera di commercio, associazioni di categoria, associazioni del territorio, ecc., a vario titolo coinvolti nelle questioni migratorie o aventi rapporti con cittadini non italofoni;
  • aziende private

COSA OFFRIAMO

Le principali attività del Servizio sono:

  • Erogazione di un servizio di interpretariato linguistico e mediazione culturale a supporto del richiedente il servizio, capace di facilitare all’operatore l’ascolto, la comunicazione e la comprensione del problema /bisogno presentato dalla persona migrante che si relazione con il richiedente il servizio di mediazione o di interpretariato;
  • Predisposizione dei materiali informativi, traduzione testi, modulistica ed atti che facilitino la fruibilità del servizio/azione svolta;
  • Sostegno del cittadino non italofono e del richiedente il servizio in attività di segretariato come raccolta dati, compilazione modulistica;
  • Al fine di perseguire tali obiettivi il servizio garantisce la copertura delle lingue parlate dai migranti, in particolare delle lingue delle comunità più numerose presenti nella provincia di Pistoia (albanese, arabo, cinese, rumeno, russo, ucraino ecc.) nonché una buona conoscenza delle lingue diffuse a livello delle grandi aree linguistiche (francese, spagnolo, inglese).

COSA GARANTIAMO ALL’UTENTE

Le attività di cui sopra si realizzano attraverso la collaborazione con l’équipe delle figure professionali competenti. In particolare la Cooperativa Gli Altri garantisce:

  1. integrazione con tutti i soggetti coinvolti e con le risorse territoriali;
  2. organizzazione del servizio sulla base di metodologie di intervento collaudate;
  3. continuità nella copertura del servizio;
  4. professionalità e affidabilità degli operatori impiegati nel servizio.

CHI SONO I NOSTRI OPERATORI

L’intervento di mediazione comprende quattro specifici ambiti:

  • orientativo – informativo;
  • linguistico – comunicativo;
  • psicosociale – relazionale;
  • culturale.

Il mediatore svolgerà:

  • attività di informazione, orientamento, accompagnamento rivolto ai migranti;
  • servizio di interpretariato linguistico e di mediazione socio-culturale nel corso dell’erogazione del servizio in presenza richiedente il servizio e del cittadino migrante;
  • attività di produzione di materiale informativo plurilingue.

L’attività di mediazione verrà erogata con le modalità e i fabbisogni previsti:

  1. Presenza su chiamata programmata;
  2. Interpretariato telefonico;
  3. Traduzione di testi scritti.

Requisiti professionali

Tutto il personale addetto ai servizi di mediazione possiede i requisiti professionali adeguati alle mansioni alle quali viene adibito, come richiesto dal committente:

  1. è di origine straniera ed ha maturato un’esperienza personale di immigrazione di almeno 5 anni (oppure è straniero di 2a generazione);
  2. è in possesso di un regolare permesso di soggiorno;
  3. è in possesso del diploma di scuola media di secondo grado o titolo equipollente ;
  4. è in possesso di formazione specifica per la mediazione linguistico culturale,
  5. conosce almeno una lingua veicolare (inglese, francese, portoghese, spagnolo);
  6. è in grado di utilizzare la posta elettronica, fax, internet, e programmi di videoscrittura e foglio elettronico;
  7. ha attitudine alle relazioni interpersonali e con le diverse comunità.

INFORMAZIONI PRATICHE

Il Servizio è garantito per dodici mesi l’anno.

Per informazioni: intercultura@glialtri.org tel. 0573/964687